Options

Content elements:
Slideshow background:
Bottom:
Footer:
Link Color:
Color suggestions:
Header Style:
Google Fonts
expand

BLOG - THE GOSSIP

Mercoledì 14 Novembre 2018

Il Decreto Ecobonus è diventato legge

Il decreto è stato convertito con legge 3 agosto 2013, n. 90,  dopo l’approvazione definitiva del Senato con importanti emendamenti aggiuntivi rispetto al testo licenziato dall'esecutivo. 

Il DL Ecobonus prevede:

  • le detrazioni del 65%, ripartite in 10 anni, per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2013 per la riqualificazione energetica di edifici; per gli interventi sulle parti comuni dei condomini le detrazioni sono per le spese sostenute fino al 30 giugno 2014;
  • la detrazione delle spese di sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza ed impianti geotermici a bassa entalpia, nonché la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore;
  • una detrazione del 65% anche delle spese per il consolidamento antisismico su prime case e capannoni nelle zone sismiche (1-2) ad alta pericolosità;
  • la detrazione del 50% delle spese per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (per i forni di classe non inferiore alla A), per un importo massimo di 10.000 euro, per le case oggetto di ristrutturazione;

Il decreto prevede anche che gli incentivi del settore saranno stabilizzati a partire dal 2014, eliminando il ricorso continue proroghe.

E' l’articolo 15 del Dl Ecobonus che prevede vengano resi stabili, con appositi provvedimenti emanati entro il 31 dicembre 2013, quando terminerà la proroga alle detrazioni per le ristrutturazioni edilizie e per l’efficienza energetica.  L’applicazionedella stabilizzazione degli Ecobonus riguarderà l’adeguamento antisismico, la messa in sicurezza degli edifici esistenti, l’incremento dell’efficienza energetica e idrica, l’installazione di impianti di depurazione delle acque da contaminazione di arsenico e la sostituzione delle coperture di amianto negli edifici. Altre novità sono attese ad ottobre con la legge di stabilità 2014.

 

Scroll to Top