Options

Content elements:
Slideshow background:
Bottom:
Footer:
Link Color:
Color suggestions:
Header Style:
Google Fonts
expand

Articoli

Casa Luconi Panchine

Nell'intento di mantenere un rapporto col contesto, e di esaltare le panchine come elemento qualificante l'area, la leggerezza delle forme e l'utilizzo di materiali pregiati dei manufatti, vogliono essere scelte di valorizzazione del giardino visibile dalle unità abitative dell'edificio,  da via Carrari e dai piani alti degli edifici circostanti.

Le panchine, pensate e disegnate dall’Arch. Daniela Plazzi, il cui progetto è finalizzato alla soluzione di protezione delle aperture realizzate sul solaio/garage, si presenta con  un segno semplice, quasi minimalista, ma rigorosamente elegante. Una scelta che non lascia intravvedere lo scopo funzionale a cui è destinata ma che potrebbe adattarsi a vari contesti. L'attenzione per i particolari costruttivi consentono l'elevata adattabilità della panca a questo contesto. La scelta del materiale tiene conto obbligatoriamente della natura dell'intervento, che intaccando la struttura del solaio di copertura dei garage, deve mantenere i carichi entro un limite accettabile. La prima idea di una panchina in pietra, è stata subito scartata a causa dell'eccessivo carico introdotto sulla struttura del solaio. Si è scelto quindi di realizzare la panchina, e la relativa griglia di chiusura sul foro di aerazione, in acciaio, con montanti laterali e centrale nello stesso materiale tagliato al laser, che permette di ottenere sagome più precise e conferisce una adeguata robustezza, anche con spessori ridotti.

L’effetto materico del Corten, al fine di consentire l'utilizzo della panchina, senza inconvenienti,  viene simulato tramite apposita verniciatura in grado di riprodurre fedelmente il vero Corten (effetto ruggine). Questo rivestimento ha sia la funzione di decorazione che di protezione delle superfici su cui è applicato, destinate alla seduta dei fruitori del giardino. Questo particolare sistema di decorazione/protezione è destinato ad applicazioni in ambienti esterni aggressivi, per la sua funzione protettiva che si esplica impedendo che le sostanze aggressive raggiungano la superficie da attaccare (effetto barriera), resistendo agli agenti atmosferici e alla corrosione salina.

La realizzazione delle 2 panchine è stata affidata a Idea Ferro di Alessandro Mirri con sede a Forlì, che ha saputo con attenzione materializzare l’idea dell’Architetto.

 

Il design e la scelta dei materiali tendono a valorizzare il giardino del palazzo, ma non mancando di sottolineare la loro peculiarità rispetto al contesto storico del fabbricato. 

Scroll to Top